Il Centro

A colloquio col cuore

IL CENTRO

 “Colloquiare con il cuore è bello.

Con chi vorresti dialogare se non con il tuo cuore

per conoscere le verità più profonde di te stesso?

Ma, mentre è facile instaurare rapporti con altri, è cosi difficile entrare in intima armonia con se stessi. Perché? Questo è il mistero delle sofferenze dell’uomo. Si segue l’illusione della separazione e si va a cercare nel cosiddetto fuori la soluzione ai mille interrogativi che ci assillano. Questa proiezione verso un esterno fittizio fa sì che si cerchi un’impossibile felicità basata sui rapporti esteriori che poi non sono proprio esteriori, ma lasciamo stare: è troppo difficile da capire, ora. Per questo c’è bisogno di qualche batosta che tolga l’illusione del fuori se si vuole portare l’attenzione al dentro, cioè al cuore. Chi si affaccia alla porta del cuore comincia ad intravedere un mondo diverso, un mondo in cui l’unica legge è l’Amore. Hai avuto un amore che ti ha fatto vivere nel tempo e poi il tempo è finito e ti sei sentito perduto. Ma proprio per questo avvenimento doloroso ti sei rivolto verso te stesso e, nel silenzio, hai sentito la mia voce. Hai creduto di essere diventato pazzo ed invece è stato il primo passo per uscire da quella follia che l’uomo chiama normalità. Quell’amore che ti sembrava avesse avuto inizio per un incontro apparentemente casuale, nel mondo del cuore senza tempo e senza spazio era già presente nel sempre-unico reale. L’amore è una forza come il magnetismo o la gravità. Quando sono iniziate queste forze? Sono esistenti da sempre. Quello che sembra temporale e spaziale è solamente il loro manifestarsi alle coscienze. Perciò quell’Amore che doveva agire su di te come forza di accensione della tua coscienza non è nato in un determinato momento, ma c’è sempre stato come ci sei sempre stato tu. La tua compagna, l’essere che doveva agire per te come veicolo di trasmissione dell’amore – strada maestra per la Verità – ha scavato nella tua anima e, quando è arrivata nel centro di essa, il tuo cuore, che ragione c’era che continuasse ad agire? Il compito era stato svolto. Questa è la ragione del distacco. Dovevi andare avanti da solo, con la tua coscienza più sgombra da inutili orpelli. Cercare il perché di quanto ti è capitato è pura perdita di tempo. La realtà è questa; prendine atto e, serenamente, continua la tua strada, quella che ti ha portato a manifestarti nella apparentemente inutile pietra, nel fiore che sei stato, nella bestia istintiva, nell’uomo che sei, e che farà di te l’angelo che sarai, fino al Dio dal quale sei partito ed al quale ritornerai.”

Fonte: Megel “A colloquio con il cuore(stralcio)

Nota sui Diritti d’autore

La diffusione dei contenuti di questo sito devono rispettare la Creative Commons License. L’autore (Megel) da il consenso a riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire o recitare l’opera alle seguenti condizioni: • Devi riconoscere il contributo dell’autore originario • Non puoi usare quest’opera per scopi commerciali • Non puoi alterare, trasformare o sviluppare quest’opera senza il consenso dell’autore • In occasione di ogni atto di riutilizzazione o distribuzione, devi chiarire agli altri i termini della licenza di quest’opera • Se ottieni il permesso dal titolare del diritto d’autore, è possibile rinunciare ad ognuna di queste condizioni. Creative Commons Deed

Disponibile su: Sito originale: www.creativecommons.org

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Il Centro

  1. Rebecca ha detto:

    Buongiorno Mauro, la sofferenza del uomo dei nostri tempi e l’amore, tutti vogliamo essere amati, ma il nostro problema e noi non sappiamo come si ama veramente. Perciò per prima cosa dobbiamo mettere chiarezza nel nostro interiore, cominciare amare noi stessi, stabilire una conversazione con noi stessi, se sappiamo comunicare col il nostro cuore, allora siamo anche in grado di fare un dialogo pieno d’armonia con nostro prossimo.. con amicizia Pif ☀Rebecca Vi Amo

  2. Emozioni ha detto:

    Imparare a comunicare con il cuore è il nostro traguardo. Asservire la nostra mente al nostro cuore è il raggiungimento dell\’unità, quella unità che ci renderà liberi. Rebecca, come di consueto, sei riuscita ad esprimere un\’analisi attenta e precisa su di un tema tanto delicato. Complimenti. Anch\’io Ti Amo, ed Amo il resto dell\’umanità, che pian piano si sta risvegliando dal lungo sonno dell\’inconsapevolezza.

  3. Rebecca ha detto:

    L’amore non e un abbigliamento che lo indossi quando ne hai bisogno, l’amore si riceve solo sei riesci essere felice con te stessa. Credo che non serve nessuna religione per essere degno del Creatore, l’unica cosa importante, è essere una umanità unita la fratellanza universale, condividere l’amore con noi tutti e la via retta verso il nostro Padre Universale, da cui in seguito otteniamo la coscienza evoluta.

  4. Robert Khepri ha detto:

    Ciao Mauro. Penso che per "amare" bisogna prima "essere" e per "essere" è necessario diventare "consapevoli di sé". L\’essere umano purtroppo è per sua natura impaziente e vuole sempre avere tutto e subito, ma se non si è raggiunto (dopo un lungo e faticoso lavoro consapevole su di sé) l\’equilibrio e il distacco necessario, nulla sarà possibile, tantomeno "amare". Quello che erroneamente le persone chiamano "amare" non è nient\’altro che un convulso dimenarsi tra ossessioni e passioni effimere e passeggere. Il vero "amare" è ben altro, come penso che tu sappia bene, ed è riservato a quei pochi che abbiano raggiunto stabilmente i presupposti necessari. Buon inizio di settimana, carissimo amico mio

  5. Emozioni ha detto:

    Mi piace essere chiamato "carissimo amico mio", mi provoca un\’intensa emozione.Hai ragione, io, Te, Rebecca … sappiamo cosa significhi "Amare", ma dietro di noi, a breve distanza ci sono le altre amiche ed amici di questo blog, e dopo di loro tanti altri ci raggiungeranno … nel nuovo mondo … quel mondo fantastico che altri, prima di noi, con i loro pensieri, hanno contribuito a creare e che, già ora si sta manifestando.Vi Amo

  6. Rebecca ha detto:

    Ciao Roberto, e verissimo quello che hai detto, siamo impaziente e questo e uno dei grande ostacoli, che ci impedisce di comprendere il significato di amare. Osservando me stessa mi rendo conto che cambio lentamente e quello che ieri per me era chiaro e diventato più annebbiata. Pian piano trovo il mio equilibrio misurata e dentro di me sento questa calma che mi rende felice. Non ho più bisogno di avere subito, perche sarei incapace di apprezzarlo nella giusta forma.Carissimo amico Mauro o come voi tu carissimo amico mio, spero che sono riuscita ti fare rinascere una forte emozione dentro di te, io un giorno vorrei leggere un tuo Blog, dove tu con le parole tue ci parli del amore verso te stesso e per cui ti circonda e l’amore che provi tu per la terra e Dio. Non devi citare Osho, vorrei che parli Mauro un mio carissimo amico… vi amo Pif ☀Rebecca

  7. Robert Khepri ha detto:

    ciao Rebecca, ci incontriamo qui, nel blog dell\’amico Mauro e ci scambiamo i saluti, questo è molto bello e piacevole. So bene che anche tu, come Mauro sei tra quelle persone che hanno raggiunto una invidiabile condizione di equilibrio e consapevolezza e ti stimo molto per questo. Ma sappiamo bene tutti che non dobbiamo mai sentirci appagati e orgogliosi della nostra condizione di consapevolezza, ma continuare sempre a lavorare su se noi stessi perché si può sempre migliorare… Vi abbraccio cari amici.

  8. Rebecca ha detto:

    Ciao Roberto, non so se faccio già parte di questo gruppo, quello che io penso e scrivo lo provo veramente, e non sono orgogliosa per me e il fatto di vedere le cose dal altro modo. Sai cosa mi renderebbe veramente fiera? Se io sarei capace trasmettere quello che sento e provo al mio prossimo, e soprattutto di farmi capire con parole semplice.. ci sono giorni dove sono in un forte conflitto con me stessa, dove sono inquieta .. nella mia testa sono ancora tante domande, so che nel mio interiore potrei trovare le risposte, ma non sono ancora arrivata alla mia consapevolezza, e per questo continuerà a camminare sul mio sentiero..un forte abbraccio Rebecca

  9. Emozioni ha detto:

    Il titolo me l\’avete suggerito Tu e Robert … "Carissimo Amico" … vi farò sapere …Grazie. Vi Amo

Rispondi a Robert Khepri Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...