Pensiero, sentimento ed emozione

PENSIERO, SENTIMENTO ED EMOZIONE

 … “Sviluppatasi agli inizi del ventesimo secolo, la
Fisica quantistica ci dice che il tempo, e il nostro futuro, sono ‘correlati’.
Il che porta a concludere che possono esservi infiniti risultati finali nello
stesso momento
. Come afferma lo studioso Gregg Braden: ‘Anziché creare
la nostra realtà, è più esatto dire che noi creiamo le condizioni con le quali attiriamo
dei risultati futuri
, già stabiliti, mettendoli a fuoco nel presente’. In
parole povere: le scelte che facciamo giorno dopo giorno determinano cosa
saremo in futuro. ‘Come semini così raccogli’ dice la Bibbia; ognuno crea il
suo karma, il suo destino, ti dice l’induismo; cuiusque fortunae faber est,
‘ognuno è artefice del suo destino’ affermavano gli antichi Romani… Il che non
significa solo che provare compassione, esercitare il perdono, lottare per la
pace, porteranno un domani tali condizioni alla tua esistenza; ma che tali
condizioni le puoi creare in ogni momento della tua vita e che ti è
possibile dare vita ad uno degli innumerevoli futuri attraverso la preghiera,
la forma più elevata di meditazione che ci sia
. Dice ancora Gregg Braden: “Secondo
molti la preghiera rappresenta la radice di ogni tecnologia; essa è l’unione di
pensiero, sentimento ed emozione
, e rappresenta l’opportunità di parlare il
linguaggio del cambiamento del nostro mondo, così come nel nostro corpo’. Non
sto parlando di preghiera come di una semplice litania o ripetizione di formule
astratte. Tale modo di parlare col ‘Sopra’ non conduce che ad un muro di gomma
sul quale rimbalzano le nostre parole
. Gli Indiani d’America, l’antico
popolo degli Esseni, i ‘maestri’, a qualunque tempo e cultura essi
appartengono, ti ricordano che la preghiera nasce dalla fusione di corpo,
emozione, pensiero e sentimento. L’emozione è la fonte del potere capace di
attivare la nostra volontà attraverso l’Amore
, così come la paura è il
suo opposto. Il pensiero è la nostra capacità di dirigere l’energia
dell’Amore
. Il pensiero, privo dell’energia, non ha infatti alcuna forza,
ma sorretto dall’Amore è paragonabile a una freccia, scagliata dall’arco della
nostra volontà, che va a colpire il bersaglio, cioè il bene. Il sentimento,
per finire, esiste soltanto in presenza dell’emozione e del pensiero
,
essendo la ‘colla’ che li tiene uniti. ‘Il sentimento è la chiave della
preghiera – fa eco Gregg Braden –poiché la Creazione risponde al mondo del
sentire umano’. Ad ogni preghiera viene sempre data una risposta, la preghiera
raggiunge il più remoto angolo dell’Universo, ti dicono gli indiani d’America
dal canto loro. È chiaro che per provare quel certo tipo di sentimento è
necessario che il pensiero sia affiancato dall’emozione di quel sentimento. È
altrettanto ovvio che per voler cambiare ciò che da fuori offende il ‘sacro’
che è dentro di te, è indispensabile che il tuo pensiero, il tuo sentimento, la
tua emozione desiderino realmente, a livello interiore, ciò che tu vuoi veder
realizzato a livello esteriore. Desideri l’Amore? Ama te stessa. Desideri la
pace? Trova la pace in te stessa. Vuoi la felicità di tutti? Sii felice prima
di tutto te stessa. È infatti necessario che se il tuo scopo è quello di
trasmettere Amore, pace, felicità, sia tu stessa quello che auguri agli altri.
Tali condizioni sono fondamentali affinché la preghiera abbia il risultato
sperato”…

Fonte: “Figli del
Tuono” di Vincenzo Braschi, pag. 234 e 236. © 2004 IdeaLibri S.rl.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...